Wattpad sul Cosmo: la Mia Notte Sexy Con il Senatore del Figlio

Ogni mercoledì, Cosmopolitan.com sarà la pubblicazione di un estratto da un eccezionale Wattpad una storia di fantascienza. Questa settimana, Il Senatore del Figlio, una storia da @AnnaAlbo.

Ho fatto la mia strada verso il divano e si inginocchiò accanto a lui. Con la limited di luce proveniente dalla finestra, riuscivo a malapena a capire il suo volto sereno. Ho ancora avuto il tempo di tornare indietro e dimenticare tutto questo stupido, spontanea piano.

“Zach,” sussurrai.

Lui non mescolare. Ho colto sul suo braccio e gridò di nuovo il suo nome, e i suoi occhi brillavano aperto, adattarsi alla luce fioca.

“Cosa c”è di sbagliato?” chiese, la sua voce stordito.

“Uh, niente di niente.”

“Perché hai wake me up, allora?”

Questo era già andando così terribilmente sbagliato. “Ehm, io…” il Mio stomaco era pieno di nodi e il mio cervello mi diceva di tornare a letto e lasciarlo dormire.

“Em, cosa sta succedendo?” chiese, puntellare se stesso fino ai gomiti.

Volevo baciarlo, ma ero un codardo. Ho slunk indietro, seduto sui miei tacchi a spillo e lo fissava. Perchè ho iniziato cose che potrei non finire mai? “Pensavo…”

Piegò la testa ancora più perplesso. “Sì?”

Abort abort, il mio cervello urlava. Ho scosso la testa, la mia lotta interiore a lui sconosciuto. Non volevo che il mio cervello vincere questa guerra.

“Vieni a letto con me.” La mia voce era così tranquillo non ero sicuro che aveva anche sentito parlare di me. La sua espressione non cambia e si sentiva come sempre prima di lui anche le palpebre.

“Emma–”

“Vieni” mi disse, prendendo in mano la sua mano. Ho buttato indietro il consolatore e tirò su il suo braccio. Non riuscivo a smettere di fissare il suo tonico, il petto nudo. “Andiamo,” ho detto.

Si alzò e mi seguì in camera da letto. Ho chiuso la porta delicatamente e si voltò verso di lui. Il sangue correva attraverso le mie vene come ci si trovava di fronte a vicenda.

“Kiss me”, dissi.

“Volentieri.”

Egli raccolse me tra le sue braccia, senza sforzo di sollevamento di me per la sua altezza. Ho avvolto le gambe intorno alla sua vita e lui mi baciò, un bacio affamato ho felicemente restituito. Lui mi ha messo a letto e mi mise giù. Ha preso un momento per stare con me in mia T-shirt e pigiama pantaloncini. Era riconsiderare? Ho aspettato, e poi sorrise e si stese sul letto accanto a me. In un primo momento, i suoi baci sfiorò le mie labbra come una mano le accarezzava la schiena, ma poi sono cresciuti sempre più intenso, e mi lasciò sfuggire un piccolo sospiro di piacere. Le sue labbra esplorato il mio collo, prima di tornare alle mie labbra, la sua lingua che passa sopra la mia. Mi trascinò più vicino a lui, di toccare, di disperato di sentire tutto il suo corpo contro il mio. Il mio corpo fremevano ora, ogni parte di me senza di lui.

La sua mano si mosse sotto la mia camicia per i miei seni e li accarezzava, ognuno di loro con le dita a pinza e tirando sempre leggermente. Si sentiva stupefacente. Ho inarcato la schiena, premendo il mio petto in lui, sentendo la sua erezione contro la mia gamba. Volevo toccarlo, ma non ho il coraggio di fare qualcosa di sbagliato.

Lui mi ha aiutato fuori la mia parte superiore e la gettò a terra prima prestando la massima attenzione ai miei seni, la bocca di giocare, succhiare e mordere giù su ogni capezzolo. Io gemeva, come le sue labbra trovato la mia bocca di nuovo, duro e volere.

La sua mano ha ripreso la sua esplorazione, movimento giù per la mia schiena e afferrare un culo guancia. Ha spremuto, non troppo duro, ma abbastanza per farmi appoggiata a lui. Interruppe il bacio e mi guardò, senza dire una parola. La sua mano scivolò intorno al mio stomaco e sotto i miei pantaloncini e giù tra le mie gambe. I suoi occhi non ha mai lasciato il mio ha le dita massaggiare me. Il suo tocco mi fece rabbrividire. Tutto quello che ha fatto mi ha fatto sentire vivo. Collegato.

“Emma, sei così bagnata”, ha detto, la sua voce bassa.

Queste poche parole hanno avuto un impatto. Gemetti a spingere me stesso nella sua mano. Fece scivolare due dita dentro di me e mi rimase a bocca aperta come hanno spostato, prima lentamente prima di prendere velocità. Sono venuto senza molto sforzo, un accecante estasi non l”avevo mai sentito prima e solo letto sui trash romanzi. Zach mi baciò a muffola fuori le mie grida.

“Stai bene?” chiese, i nostri nasi si toccano.

“Sì,” dissi, cattura il mio respiro.

Scivolò fuori i miei pantaloncini e le mutande prima di togliersi i pantaloni del pigiama. Mi sono seduto, a fissare la sua erezione. Stava dentro di me e non vedevo l”ora. Egli allungò la mano verso il comodino, tirò fuori un preservativo e ha iniziato a scartare.

“Aspetta,” ho detto. “Voglio toccarti.”

Ha allungato di nuovo sul letto e l”ho preso in mano, strofinando delicatamente. Egli stringeva sulla mia mano, muovendosi avanti e indietro solo il modo in cui gli piaceva. Lo lasciò andare e mi permetta di continuare, chiudendo gli occhi e appoggiandosi all”indietro la testa, emettendo un basso gemito di piacere.

“Bisogna fermare”, ha detto, “o verrò.”

Clicca qui per continuare a leggere Il Senatore del Figlio.

Vuoi essere protagonista e scrittore di fantascienza su Cosmopolitan.com e Wattpad? Posta la tua storia di Wattpad con il tag CosmoReads per la possibilità di essere presenti in questa serie!

Di PIÙ SU WATTPAD: Seguire Cosmo su Wattpad e leggi cosa c”è di tendenza ora.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento