Wattpad sul Cosmo: la Caduta di un Estraneo

Ogni mercoledì, Cosmopolitan.com sarà la pubblicazione di un estratto da un eccezionale Wattpad una storia di fantascienza. Questa settimana, a Caccia di Rosso, molto erotico storia di Isabelle Ronin:

Io tranquillamente rimosso da me per il letto, i miei piedi affondano in bianco e tappeti. Chi possedeva questo posto deve essere caricato, e non ho intenzione di incontrare lui … o lei. Accidenti, che cosa succede se una lesbica mi raccolse.

Calma, idiota!

Mi aveva spiato la mia strada verso la porta, con cautela capolino. Anche nel mio stato di panico, ho notato che il luogo era incredibile. Ho visto il salone primo: elegante in bianco e nero, mobili costosi dipinti buttati qua e là, e una grande TV a dominare quasi per intero una parete.

Ho sogghignò di lusso.

La vita è stata ingiusta, mi ha reagito con rabbia, come ho salito in punta di piedi la mia via d”uscita da questo posto. Ho smesso di respirare come ho visto qualcuno in piedi in quella che sembrava essere la cucina. La sua schiena era a torso nudo per me e ho potuto dire che era alto, con il marrone chiaro pelle e muscoli definiti increspata come si trasferì il suo braccio.

Rimasi lì come un cervo catturato nei fari, nervoso e spaventato. Si voltò all”improvviso, come se avesse sentito la mia presenza. I suoi occhi si spalancarono come ha preso nel mio aspetto.

Sapevo che faccia.

Caleb. Caleb Lockhart!

Oh, no, non lui! Questo non stava accadendo. Mi sono svegliato nella tana del campus uomo slut.

Un pezzo di pane caduto dalla sua bocca, come ha restarono a bocca aperta con me. Era a torso nudo, il suo petto e lo stomaco sagomato come un modello maschile. La sua ondulati capelli castani erano mussed e attaccare ovunque, come se anche lui appena si era svegliata. C”era un bancone di fronte a lui che si è concluso poco al di sotto della sua vita in modo che io non potevo vedere se indossava nulla sotto.

Per favore, dio, fargli indossare qualcosa giù di lì.

Improvvisamente, quegli occhi verdi, sorrise maliziosamente e potrei giurare ho sentito le mie dita formicolare. Quegli occhi lentamente spazzato dall”alto dei miei capelli giù per le dita dei piedi, poi fino al mio viso.

“Ehi, baby, sembra che tu abbia avuto una lunga notte”, lui faceva le fusa, ripreso dalla sorpresa.

Oh, dio.

“Abbiamo fatto … si…” ho balbettato, incrocio le mie braccia per nascondere il mio petto dal suo sguardo lascivo.

Uno scuro sopracciglio alzato, mentre aspettava che finissi la mia domanda.

Ho ingoiato il mio nervosismo, ma la mia bocca era asciutta. Guardai i miei piedi nudi e si chiedeva dove le mie scarpe erano. Stupida, stupida ragazza.

“Dimmi!” Ho richiesto.

“Dire cosa?” chiese, i suoi occhi che ridono di me, scanalature popping.

Sapeva quello che stavo chiedendo, ma lui mi voleva incantesimo ad alta voce, il coglione!

“Stare lontano da me!” Ho urlato e fatto un passo indietro quando ha iniziato a camminare verso di me.

Ha tenuto le mani in alto. “Che diavolo è sbagliato con te?” si accigliò.

Ho girato la mia testa freneticamente alla ricerca di un arma da vicino solo nel caso in cui egli ha deciso di attaccare me. “Perché sono qui?” Ho richiesto.

Di nuovo, quella fronte salì. “Non ti ricordi?”

“Ricordate che cosa?” Ho sputato, sentire la voglia di tirare fuori i miei capelli.

Il suo volto oscurato, come se avesse ricordato qualcosa di spiacevole. “Qualche stronzo quasi preso te e forse violentata la scorsa notte. Ti ho salvato.”

La mia bocca appeso aperto.

“E si gettò in tutta la mia auto.”

Ha aspettato me per digerire quello che ha detto.

“R-mi ha violentata?” I miei ricordi sono sfumati, ma mi sono ricordato di resistere a un ragazzo avanza. Per tutto quello che sapevo, era lui!

Lui annuì, quegli occhi verdi ancora mi fissava intensamente.

Mi guardò. “Come faccio a sapere che tu non sei quel ragazzo?”

“Oh, per favore, non devo per forza una ragazza a letto con me”, ha deriso.

Era appoggiato ad un macellaio blocco dietro di lui e incrociò le braccia in tutta la sua impressionante petto, i muscoli delle braccia di accumulo.

Che era vero. Una agitazione di gratitudine a ricerca per indicizzazione nel mio petto, e anche la colpa per il lancio nella sua auto.

“Grazie”, ho detto, i miei occhi apologetico. Ma ero ancora diffidente. Quando sei cresciuto in un quartiere povero, il sospetto è venuto naturalmente a voi, e mi è stato diverso. “Sinceramente non ricordo niente di ieri sera.”

“Eri ubriaco”, ha forniti.

“Credo di sì.”

“E non siete ubriachi?”

Ho scosso la testa.

“Fantastico,” disse, in tono sorpreso.

“Guarda, se non ti dispiace dare le mie scarpe indietro, posso andare fuori del vostro modo.”

“Non così in fretta.”

“Che cosa?” Ho visto un vaso di cinque metri di distanza che ho potuto utilizzare nel caso in cui egli ha deciso di prendere me.

“Si alzò in tutta la mia auto e ho appena preso un paio di settimane fa.”

Ho morso il mio labbro. “Non è che tuo padre ricco?” Mi indicò la stanza inutilmente, indicando tutto il lusso che ci circonda. “Non si può solo avere qualcuno che pulire per voi?”

Le sue sopracciglia si avvicinò. “Così si sta andando ad avere qualcun altro ripulire il pasticcio?”

Strinsi I denti. “Che cosa vuoi da me?”

Saltò sul bancone e si sedette su di esso, il suo intero corpo glorioso visualizzato per me. Ho deglutì. Almeno indossava pantaloni di sudore.

“Dove stai andando dopo aver lasciato il mio posto?”, ha chiesto. C”era un cesto pieno di mele sul bancone accanto a lui. Ha raggiunto per uno.

Come la fortuna era solo raggiungere per il cibo, quando voleva. Egli non avere paura e di fame.

“Che domanda è? Io vado a casa.” Dove era la casa non avevo la più pallida idea, ma lui non lo sapeva.

Gettò la mela in aria, lo prese, lo gettò di nuovo. “E dove?” chiese, ancora a giocare con la frutta.

“Affari tuoi”, ho detto, sentendo il mio stomaco tranquillamente brontolare per la fame.

“Beh, io ho salvato la tua vita, quindi vorrei evitare di sprecare il mio sforzo. Ho chiesto la scorsa notte in cui si vive e si disse siete senza casa, e francamente, in questo momento, si guarda come qualcuno ha rubato il tuo ultimo dollaro.”

“Che cosa?” La mia bocca si apriva in stato di shock. Perché confesso che a un estraneo? Devo essere stato solido ubriaco.

“Mi hai sentito,” disse, mettendo la apple nel cestello e incrociando le braccia di nuovo. Era la flessione davanti a me?

“Perché ti interessa?”

Clicca qui per continuare a leggere a Caccia di Rosso su Wattpad.

Vuoi essere protagonista e scrittore di fantascienza su Cosmopolitan.com e Wattpad? Posta la tua storia di Wattpad con il tag CosmoReads per la possibilità di essere presenti in questa serie!

DI PIÙ SU WATTPAD:
Sesso-capades: Letterario Affare
Ragazzo
Scatti Uno

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento