Wattpad sul Cosmo: che Cosa Succede Quando una Mamma Single È di Aspettare una Bufera di neve in un Misterioso Milionario Castello

Ogni mercoledì, Cosmopolitan.com sarà la pubblicazione di un estratto da un eccezionale Wattpad una storia di fantascienza. Questa settimana, Una Notte d”Inverno, una storia da @IslaDean

“Sei libero di fare quello che vuoi, con chi vuoi. Io domani parto, Madre Natura disposti, quindi io non la cura. È la tua vita, fai quello che vuoi.”

Liam gli occhi oscurati, proiettati con le macchie di luce che furtivamente e penetrato il fumo. “Non ti muovere.”

Ha tirato le prime rib fuori dal cassetto scaldavivande, a fette di un paio di pezzi di spessore poi si lancia su di un rametto di rosmarino per guarnire.

Portando il guscio di patate e bistecca di distanza, tornò pochi istanti dopo.

Lei non si era mosso, non perché aveva detto di non farlo, ma perché la sua mente è stata la cattura fino a dove il suo temperamento era gettato a lei.

“Sono veramente dispiaciuto, Liam. Non mi dispiace per dover di nuovo il senatore moglie, ha davvero fatto portare su, ma mi dispiace di non essere la persona più grande. Io dire a mio figlio per tutto il tempo che—”

Le sue labbra schiacciato contro il suo, di calore e di fame di combustione. Respiro mescolato con la domanda, la vivida scintilla e l”ombra scura.

“Take your clothes off” mormorò l”ordine.

“Che cosa? No. La grazia è responsabile per entrare e mi accusano di essere la tua concubina. Inoltre, tecnicamente sono i tuoi vestiti”.

Catturò le sue labbra in un bacio, lento, seducente, e primordiale.

“Allora io li tolgo.” Si inginocchiò, fece scivolare le sue mani sulle gambe, lentamente, sotto il vestito. Il suo tocco finale, aumento della temperatura, il suo centro pulsata vivo.

Testa di filatura, ha succhiato in un respiro di aria come le sue dita trovarono il suo umido e caldo e volere. La presa in giro, la sensazione, l”assoluta blaze che è scoppiata sotto il suo tocco flashato e la mandò in sensazioni che si è dispiegato attraverso di lei, i suoi muscoli guizzanti.

La sua bocca ha trovato il suo nuovo, senza fiato e soddisfatti. “Che è stato veloce.”

Lei aprì gli occhi e vide un sorriso tirando sul suo volto. “E” stato un po”.”

“Hai ragione. È stato, per almeno un”ora. Troppo a lungo.”

“Anni. Ore. Stessa cosa”. Lei allungò la mano, coppa il suo viso con le mani, lo tirò verso di lei. “Per favore.”

Ha tirato il suo, veloce, verso il più vicino stanza con una porta — una dispensa con pentole di rame e contenitori di pasta, zucchero, farina e riempimento scaffali.

“Ho sempre voluto fare sesso in una dispensa,” disse lei, tirando i pulsanti sulla sua camicia.

“Io voglio solo te.” Ha tirato la lunghezza del vestito fino e oltre la sua testa, per poi assaporare la morbidezza della sua pelle lungo il suo collo, tremendamente dolci baci. Per tutta la velocità e il calore che trascinati, a richiesta, la moderazione lo tirò indietro, consentendo un più attenzione, più potente di messa a fuoco.

Ha finito con la sua maglietta e raggiunto, per i bottoni dei jeans. “Tu dici le cose migliori.”

Brividi di anticipazione scosse il suo corpo come lei ha trascinato il denim giù le gambe e sentii per la difficile calore. “Ora. Ti voglio ora.”

Tentazione, calda e pronta, prese il sopravvento.

“Una di queste volte ho intenzione di prendere lento e divorare un boccone alla volta.”

Lei alzò le dita dei piedi e piantato un bacio sulle labbra. “Assolutamente”, ha detto poi lo tirò verso di lei fino a quando hanno raggiunto la fine della stretta spazio e lei si voltò, guardò indietro sopra la sua spalla. “Ma io voglio che tu ora e avete ospiti responsabile per trovarli in ogni momento.”

Le sue mani, forti e competenti, sentito intorno a lei, presa, test.

Ha raggiunto di nuovo e lo guidò dentro di lei, lentamente appoggio il suo corpo su di lui, mentre lei spinto contro nello scaffale della dispensa.

Il suo respiro catturato come ha riempito il suo. Su un gemito, si tuffò di nuovo, poi di nuovo, intensamente e in modo schiacciante scorrevole con lei, contro di lei, in lei.

In piedi forte, tiene su i suoi fianchi, ha sentito le sensazioni di lei, lentamente, fino a quando il momentum ha preso il sopravvento e il filo sottile della ritenuta rotto.

“Oh dio, sì.”

Lui la sentì sussurrare come il suo corpo teso in stretto impulsi intorno a lui, stringendo in luoghi che lo ha spinto oltre nel dimenticatoio con lei.

Avvolgendo le braccia intorno a lei, tenendola stretta, le loro corse respiro, la loro corsa cuori, cercando di affermarsi.

“Hai la più incredibile indietro. Ho ottenuto il meglio di qui senza dubbio.” Le sue labbra scremato lungo la parte posteriore del suo collo.

“Il mio cervello non è ancora attivo, quindi non ho un ritorno. Fingere ho detto qualcosa di spiritoso o meraviglioso in risposta. Che mi ricorda, però, si hanno un sacco di cicatrici e uno spruzzo di piccole croste sul braccio, a fianco, la schiena. Duello con la spada? Valorosamente per difendere il castello? Volevo chiedere, ma prima di inviare il mio cervello in orbita con il corpo tuo. È un”abilità.”

Lei si voltò verso di lui, pigro seduzione presa in giro nei suoi occhi.

“Il nostro corpo di giocare bene insieme.”

“Sì, sì, lo fanno.” Le punte delle sue dita trainate sui segni sulla sua spalla.

“Le cicatrici sono i resti di un bambino con un fratello”, ha detto, la diffidenza drumming un ritmo triste nella sua testa. “E le croste sono dalla strada-eruzione cutanea, ho raccolto più di un mese fa, in un affrettò viaggio a Boston. Il fratello è andato in ospedale e stavo cercando di arrivare laggiù veloce come ho potuto. Deposto la mia moto sulla strada.”

“Oh mio dio, stai bene?”

Il suo sguardo scivolò sul suo corpo nudo, la sua figura minuta con ampie curve. “Di più.”

“E” spaventoso. Mio figlio non avranno mai una moto”.

“Buona fortuna, allora.” Ha baciato la parte superiore della sua testa.

“E tuo fratello OK?”

Questa volta guardò dritto verso di lei, i suoi occhi grigi traslucido. “Egli sarà.”

Prima che lei potesse chiedere ulteriori domande, forte campane dinged attraverso il castello. “Per favore, dimmi che hai sentito di troppo e non è solo nella mia testa.”

“Davanti alla porta.” Egli ha dato la sua vivace culo un rapido spank, riconducendolo al momento.

Lei si mise a ridere come lei si voltò poi si zittì quando sentì delle voci.

Tirando su i vestiti, ognuno di essi si affrettarono e si scambiavano sguardi di subdolo cospiratori.

Clicca qui per continuare a leggere in Una Notte d”Inverno.

Vuoi essere protagonista e scrittore di fantascienza su Cosmopolitan.com e Wattpad? Posta la tua storia di Wattpad con il tag CosmoReads per la possibilità di essere presenti in questa serie!

Di PIÙ SU WATTPAD: Seguire Cosmo su Wattpad e leggi cosa c”è di tendenza ora.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento