Tutto quello che devi Sapere Su il Primo Americano Pene Trapianto

Per il momento Tom Manning ricevuto la telefonata da un medico al Mass General hospital di Febbraio. 2016, aveva già vissuto senza un pene per quasi quattro anni. Un devastante infortunio al suo inguine Manning ha portato all”ospedale di Jan. 2012, e mentre sono lì, i medici hanno scoperto un tumore aggressivo e il cancro del pene. Una nuova storia da Esquire segue il percorso che ha portato Manning per ritrovare un pene in quello che è stato il primo mai successo del pene trapianto in America.

Prima di Manning ha ricevuto il suo pene trapianto nel Maggio 2016 alla Massa Generale, la procedura era sempre e solo stato eseguito con successo in altri paesi. Ma due medici dell”ospedale — Dr. Dicken Ko e il Dottor Curtis Cetrulo — sono stati determinati per tentare uno negli Stati Uniti. Avevano appena ricevuto l”approvazione e il finanziamento per la procedura da Massa Generale quando il medico che l”aveva aiutato Manning attraverso il suo pene chirurgia e di interventi chirurgici successivi disse che conosceva un uomo che sarei molto interessato ad essere il primo pene paziente di trapianto.

Prima di esplorare la possibilità di pene trapianti, i migliori medici, potrebbe offrire un uomo che aveva perso il suo pene era una ricostruzione che consiste nel prelievo di tessuto dalla coscia o del braccio e rotolare in una fallico tubo:

“Il risultato, “pene” simile fornice salumi ed è a rischio di infezione,” i rapporti di Esquire. “Anche se molti destinatari esperienza il ritorno di sensazioni erotiche, essi non possono raggiungere l”erezione, senza impianto di protesi. I pazienti hanno spesso difficoltà a urinare stando in piedi. Raramente sono in grado di avere un rapporto sessuale.”

Secondo Esquire relazione, due famiglie sono stati avvicinati da un AMERICANO organo banca a Maggio 2016 per donare i loro cari” pene, e sia detto di sì. Un uomo era una partita perfetta per Manning, e andò nell”arduo intervento di trapianto di Maggio 8 e 9. La procedura ha richiesto 15 ore, e quando Manning svegliato e finalmente raccolto il coraggio di guardare in basso, “e” apparso a lui, come se il suo inguine era stato storpiato in un incidente d”auto.” Dopo 3,5 settimane in ospedale, Manning è andato a casa con una sana e funzionale del pene.

Il trapianto è stata considerata un successo — Manning è riuscita ancora una volta a fare la pipì in piedi — ma lui e il suo team di medici, sono ancora in attesa per lui a recuperare la capacità di avere un”erezione. Gli anni passati senza un pene, e successivamente non utilizzare i muscoli utilizzati per ottenere e mantenere un”erezione, hanno forse lasciato i tessuti necessari per avere un”erezione troppo debole per funzione. “La sensazione è di là”, Manning ha detto Esquire, “ma non è nulla più come prima.”

Potete leggere la storia completa di Manning storico di missione per ritrovare un pene su Esquire.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento