Perché non Dare a Mio Marito Ogni Mia Password Online

“Ho bisogno di dire a voi,” il mio amico ha scritto in un messaggio privato. “Shannon,* ha accesso al mio Facebook pagina e tutti i miei messaggi ora. Non si è mai detto qualcosa di sbagliato, ma ho pensato che si dovrebbe sapere. Ci sono probabilmente andando ad aprire una nuova pagina.”

Ah. La dolcezza di un amore nuovo.

“Grazie per il testa a testa.” Ho risposto. “Si può, si prega di cancellare il mio messaggio per intero la storia? Vi prego di non offendersi, ma non so di Shannon, e non riesco a rispondere a tali messaggi per lei. Sono così felice per voi, e vi auguro il meglio.”

Poi mi potresti averlo rimosso lui.

Capisco la logica che c”è dietro: la trasparenza. Fronte unito. Se non hai niente da nascondere, perché dovrebbe preoccuparsi di dare il vostro altro significativo la password? Una joint pagina mostra a tutti la profondità o il vostro impegno e la volontà di evitare qualsiasi malinteso. Giusto?

Sono felicemente sposato, con due splendidi figli e un mutuo. Non è che mi rifiuto di dare a mio marito di accesso al mio account — è che io non voglio dare, e non chiede. Semplicemente non passa mai per la nostra mente. Io sono sia online e la vita vera amicizia con molte persone con cui ho avuto rapporti. Queste persone sono una parte dell”arazzo del mio passato e il mio presente, e sono importanti per me. Mio marito ha i suoi interessi in linea, completamente separato dalla mia. Non voglio o bisogno della sua password informazioni.

Sono preoccupato? No.

Ho letto più articoli e reazionaria sproloqui su come i social media promuove l”infedeltà, le rovine di relazioni, e di compromessi fiducia. Social media rende così facile per essere infedele. Rende le persone vulnerabili emotivo e gli affari li fa rendere terribile, cambia la vita di decisioni.

Bene, così non la tequila. Sono pronto a scommettere che un numero significativo di relazioni extraconiugali hanno iniziato alla chiesa di eventi, come pure, ma io non riesco a vedere per intero gli articoli dedicati alla gestione di quelli.

Qui è la cosa:

Facebook o qualsiasi altro sito di social media, non compromettere, danneggiare o rovinare il vostro rapporto. Se il vostro rapporto è stato danneggiato o distrutto, sguardo di uno, o di entrambi, delle persone.

Alla richiesta di password implica una fiducia che è già stato rotto. Se hai raggiunto un punto in cui è necessario l”accesso a informazioni protette da password per confermare il vostro partner fedeltà, allora potrebbe essere già troppo tardi. Se mio marito chiede di accedere al mio Facebook pagina, poi qualcosa è già andato terribilmente storto.

I confini sono essenziali per il mantenimento dell”autonomia. Che l”autonomia è il modo in cui viviamo le parti della nostra vita che sono separati, in modo che possiamo avere in comune e le singole esperienze che arricchiscono il nostro rapporto.

Ma non è solo il mio confini che sono preoccupato. Ho riacceso lunga distanza amicizie con alcune delle persone che Facebook mi ha aiutato a riconnettersi con. I dati personali della loro vita, che condividono con me sono loro, e che non devo presumere che mio marito è automaticamente a conoscenza di tali informazioni. Esso non è diverso da quello che gli permette di ascoltare una telefonata personale.

Il mio rapporto con mio marito è il più importante nella mia vita, ma il mio amore per lui non significa che non posso violare la fiducia di chiunque altro ha preso la decisione di fiducia in me.

Ci sono, sono sicuro, i matrimoni eseguire più liscia con completa trasparenza. Alcune persone che conosco nessun altro modo per combattere le questioni di fiducia. E sappiamo tutti che una adorabile coppia che non può essere senza l”un l”altro. Le coppie che non vogliono un Facebook account, se non fosse stato condiviso con il proprio coniuge. Che è OK. Non dovrebbe essere un requisito per la fiducia.

Mio marito può accedere a qualsiasi dei miei conti in questo momento — egli sa che tutto quello che deve fare è chiedere.

Ma so che lui non lo farà mai.

* I nomi sono stati cambiati per proteggere la privacy.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento