Perché ho fatto Pressioni Contro il Posto di Preservativi in Porno

Lorelei Lee, 34, è una porno star e attivista che ha fatto pressioni contro il cosiddetto “Preservativo Porno Bill”, in California. Qui, spiega il perché di mandato preservativi nel porno non funzionano e che cosa ha intenzione di fare con il suo MFA in scrittura.

Ho fatto il mio primo servizio fotografico quando avevo 19 anni e al momento ho avuto un ragazzo che aveva un amico che lavorava per un sito web. Non ho davvero crescere con i computer o Internet, in modo che tutto sembrava davvero incomprensibili per me. Ho pensato, Oh, nessuno potrà mai vedere questo. Così che era sicuramente una non corretta stima da parte mia. [Ride.]

Dopo di che non ho fatto niente per un paio d”anni. Il mio primo pro porno sparare nel 2002 è stato per quello che è ora Kink.com. Ho risposto ad un annuncio, e ha detto qualcosa come, “BDSM con una sexy dominatrice.” Non avevo idea di cosa BDSM è stato e che non avevo mai fatto niente di simile prima. Precedente a questo, ho lavorato due lavori, in un coffee shop e una cura di giorno. Vorrei lavorare a cura di giorno, dalle 7 del mattino fino a mezzogiorno e poi vorrei andare a scuola fino alle 4 e poi lavorare nel negozio di caffè fino a 10 di sera mi è stato appena completamente esaurito.

Ci è voluto molto tempo per me per decidere [porno] fu la mia carriera. E ” successo tutto per caso. Stavo continuando ad andare a scuola e sparare, e mi ci sono voluti 10 anni per ottenere il mio undergrad laurea in scrittura creativa. Io avevo lasciato un certo numero di volte. Era costoso. Anche riprese porno, stavo avendo un momento difficile pagare l”affitto e pagare le mie tasse. Era il 2005 quando ho iniziato a suonare molto regolare.

È molto difficile dire alla gente che [porno] il tuo lavoro, molto meno a dire la vostra carriera. Ho ancora hanno un momento davvero difficile parlare di altre persone su di esso e ho sentito un sacco di vergogna, dal mio interrogarsi su quello che stavo facendo. È questo un male per il mondo, o È questo un male per le donne?

Mia madre, che piangeva quando ha scoperto e che è stato davvero difficile. La mia famiglia allargata scoperto perchè un anno c”era un pezzo su AVN Awards [uno show del mattino]. Mia zia e zii visto, e tutti chiamato mia mamma e le disse: “lei È la droga? Lei odia se stessa?” La mia famiglia era molto turbata. Sono passati 10 anni ed è stato davvero un viaggio per loro. Ho avuto una serie di conversazioni con mia mamma e lei è stata incredibile. Lei ha fatto un sacco di lavoro per capire perché il lavoro è significativo per me e ho davvero grato per lei.

Assolutamente, [sono orgoglioso di quello che faccio ora]. Sto lavorando su un libro. Ho ottenuto il mio MFA in scrittura e ho scritto un sacco di saggi ultimamente per antologie e spero di mettere insieme un libro di memorie nel prossimo anno. C”è in uscita un libro chiamato Come Venire Fuori Come una Porno Star [modificato da Jiz Lee] e uno dei miei saggi. Circa cinque anni fa, sono caduto in amore con qualcuno [ex direttore Kink.com Tomcat] che lavora anche nel settore e siamo sposati ora. Oltre al fatto che lui è così meraviglioso in ogni modo, non ho mai avuto esperienza di non dover spiegare a me ed è davvero così liberare per essere con qualcuno che completamente capisce che cosa questo lavoro.

Si arriva a questo punto in cui hai solo così tanto l”energia che si può dedicare a spiegare la vostra vita di altre persone. Penso che tutti noi che lavoriamo nel porno, e infatti fanno qualsiasi tipo di lavoro sessuale, alla fine di dover capire le nostre scelte meglio di chiunque altro è per capire le loro scelte perché siamo costantemente chiamati a spiegare a noi stessi. Quando John Stagliano ha accusato di oscenità e hanno chiamato me e mi ha chiesto se volevo essere un testimone, di certo non era una cosa che volevo fare, ma era qualcosa che sentivo era assolutamente necessario.

Se si guarda a noi come essere sfruttati e vittime, non riesci a sentire quello che abbiamo da dire o capire la nostra attuale percezione della nostra vita, perché avete già cancellato le nostre voci, dicendo che siamo noi ad essere controllato da qualcun altro. E ” paternalistico, condiscendente, e si arriva in nessun posto. Ci sono persone nell”industria del sesso, che potrebbe in realtà essere in condizioni di lavoro che sono cattivo, ma l”unico modo per migliorare le condizioni di lavoro sia per ascoltare dai lavoratori stessi. Se si nega che il nostro lavoro è in realtà di lavoro, allora si sta limitando la possibilità di modificare le condizioni per la gente.

Getty

Cerco di non farci troppo incazzato perché cerco di salvare la mia rabbia per i luoghi dove sarà produttivo, come in California Legislatore statale [quando hanno cercato di passare il preservativo porno disegno di legge.] Utilizziamo un protocollo di test chiamato il PASS [Performer Disponibilità di un Servizio di Screening] sistema. È di $150 per il test, e finiremo per fare circa ogni 10 giorni, al fine di mantenere la nostra corrente di prova. Il pannello è dotato di HIV, gonorrea, tricomoniasi, la clamidia, la sifilide, l”epatite B e C. Tali prove non sono uguali STI test che la persona media vuoi ottenere. Il test per l”HIV che usiamo è un RNA-PCR test. Test per il virus nel sangue. Per la maggior parte delle persone, quando vanno al loro ufficio del medico, si otterrà un test ELISA, che è un test degli anticorpi e ha un paio di settimane a sei mesi tra l”esposizione e mostra un risultato positivo. Il test, che è di 7 a 10 giorni. [Ed. nota: Questo test non è obbligatoria per legge.] Mi oppongo a un mandato legale per l”uso del preservativo, così come obbligatoria per legge il sistema di prova. Invece, sono a favore di un regolamento sanitario in cui i performer arrivare a scegliere l”epidemiologo-opzioni consigliate, che sappiamo essere più efficace e più sicuro. Preservativi di lavoro per alcuni esecutori e collaudo di opere per alcuni; altri vogliono utilizzare entrambi. Credo che lavorare nell”industria per adulti non significa rinunciare alla intime e personali scelte per quanto riguarda ciò che facciamo con i nostri corpi.

Cosa è successo sul set [dove un attore porno gay contratto l”HIV all”inizio di quest”anno] è che essi non sono stati utilizzando il PASS di sistema e di essi sono stati anche non usando il preservativo. A causa della spinta per rendere il preservativo obbligatorio, c”è molto di più spingendo l”industria della metropolitana e out-of-stato. Così, quando diventiamo meno centralizzata e, quando il lavoro diventa sotterraneo, i nostri datori di lavoro diventano meno responsabili.

Ecco perché ho combattuto strenuamente contro l”obbligatorietà dell”uso del preservativo [porno]. Abbiamo un sistema che funziona. Una delle mie preoccupazioni è che queste leggi vengono messe in atto, i produttori saranno divisi tra seguire il protocollo artisti hanno utilizzato nel corso dell”ultimo decennio seguente la legge, se la legge richiede un preservativo. Il preservativo è molto più economico di un protocollo di test e di più facile utilizzo. Ma l”altro problema è che i preservativi non sono in realtà fatti per essere usati in film per adulti. Il modo in cui interagiamo con gli altri sul set è diverso da come le persone interagiscono nelle loro camere da letto. Ci vogliono due ore per girare una scena. Preservativi pausa, preservativi causare irritazioni. In queste condizioni, che possono creare un”abrasione che può aumentare il rischio di STI trasmissione. Un preservativo non è uno strumento ideale per il lavoro che stiamo facendo.

Perché dovremmo passare leggi che ci riportano a quando non avessimo questo protocollo in atto e, infine, rendere gli esecutori meno sicuro? Sei cento cinquanta artisti hanno firmato una petizione contro la legge che è stato proposto lo scorso anno.

Durante l”ultimo anno, ho speso un sacco di tempo di lobbying in campidoglio e la lotta contro questo disegno di legge. Non solo per me, ma decine e decine di artisti. Siamo stati in viaggio lì come gruppi e testimoniare alle udienze. Siamo riusciti a fermare questa legge passa. Abbiamo OSHA provenienti nei prossimi mesi, che speriamo sarà un passo positivo per gli artisti. Ci piacerebbe un regolamento che è in un luogo che in realtà non prendere in considerazione le nostre preoccupazioni e di sicurezza. Adesso interpreti sono gli unici che sanno come preservativi lavoro sul set. Nessuno che fa queste leggi è in arrivo per i nostri set e guardare cosa succede.

Dal momento che ho coinvolto in questo attivismo, sono stato molto concentrato sul presente e l”immediato prossimi passi. C”è una iniziativa elettorale che è stato proposto per il 2016 elettorale in California, ed è davvero spaventoso. Il linguaggio è essenzialmente creare un divieto di vendita di non preservativo pornografia in tutta la California. Si verrebbe a creare il potenziale per chiunque di portare una causa basata solo vedendo un film porno senza vedere un preservativo usato. È così ampio e così orribile. Ciò che mi fa veramente paura è che le persone sono così paura di parlare di porno, sono così paura di pensare il lavoro come lavoro effettivo, che ignora ciò che sta accadendo. Stiamo cercando tutti di lavorare insieme per combattere contro questi tipi di leggi e di creare alcuni sensibilizzazione del pubblico.

“Sex Work” è una serie settimanale che i profili di donne che hanno carriere legate al sesso settori stelle porno sesso ricercatori e per tutti gli altri. Controllare ogni martedì per l”ultima intervista.

Cheryl Wischhover scrive a proposito di bellezza, salute, fitness e della moda.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento