Odio La Mia Foto Di Nozze

Quando il mio compagno e ho deciso di sposarsi, sapevo che in un sacco di modi per il nostro matrimonio sarebbe poco ortodosso — e non solo perché entrambi ci sono le donne. Questa cerimonia stava per essere una nuova torsione su un vecchio classico. Ma in almeno un modo in cui ero profondamente tradizionale: ero determinato a guardare come una bella principessa delle mie foto.

Studio Noda Fotografia

L”autore e il suo partner al loro matrimonio.

Guardando come una bella principessa non è una cosa che mi succede spesso. E per la maggior parte, va bene. Ci sono cose che posso fare per attenuare il mio di meno-che-convenzionalmente-aspetto attraente, ma io non lo faccio. Io non abito a “piatta” la mia figura. Non indossare il trucco. Io raramente fare qualcosa per i miei capelli oltre che per il lavaggio e la spazzolatura. Ho fatto pace con il mio non-rivista-di copertura del viso e del corpo, circondata me con impressionante di persone che mi amano per la mia bellezza interiore, e si è trasferito su.

Ma come ho sashayed lungo la strada per il perfetto amore di sé e l”illuminazione, le fotografie hanno sempre mi ha scattato. Quando vedo le immagini di me stesso, non posso fare a perfezionare in tutti i difetti: le mie tette sono troppo grandi, la mia postura è sciatta, i miei occhi sono socchiusi. Anzi, sarebbe impossibile dimostrare, basandosi su prove fotografiche, che sono pienamente in grado di aprire gli occhi. Mi aspetto, a breve, un comune, persona imperfetta, che è felice la maggior parte del tempo comunque, come ho sempre evitare di guardare le immagini di me stesso.

Ma foto di matrimonio sono diversi. Foto di matrimonio sono speciali. “Sarà tutto finito così in fretta,” la gente continua mi ha ricordato, nei mesi che hanno preceduto la cerimonia. “Avrete a malapena a ricordare. Tutti si sono sono le immagini, in modo da assicurarsi che sei grande!”

Studio Noda Fotografia

Non ho considerare se sia stata una buona idea, dopo una vita di mantenere immutata la situazione di stallo con la bellezza culturale mores, di abbracciare con tutto il cuore — e, in cima a che, pin le mie speranze e sogni per il giorno della mia capacità di guardare come una star del cinema nella mia custom-made (perché off-the-rack non tendono a giocare bene con il mio rack) con l”abito bianco. Ho comprato i tacchi più alti che io abbia mai stato in grado di camminare. Sono andato a Sephora e acquisito effettivo cresciuta-donna trucco. Ho sperimentato con i miei capelli e gioielli. Per una volta, ho detto io, vorrei essere abbastanza. E la prova sarebbe in diretta su Facebook per sempre.

Quando le fotografie finalmente, non vedevo l”ora di sfogliare. Ma avevo appena ottenuto tre foto di quando il mio entusiasmo ha cominciato a defluire, sostituito con un albori realizzazione: Questo non era quello che mi aspettavo.

In una foto ho curvo, in un altro mio doppio mento era palesemente ovvio, in molti i miei occhi erano chiusi, e che in nome di dio mi ha detto che è stato permesso di avere la frangetta? Il mio viso sembrava grassa, soprattutto nelle successive riprese di una notte, quando avevo, ehm, incandescente da tutte le discoteche e la mia collana di chiusura mostrato. Io non apparire come una principessa. Ho guardato come quello che sono: una ragazza grassa con alcuni buoni i tatuaggi che non può, come anche le fotografie fatte dolorosamente chiaro, in realtà le “Single Ladies” di danza.

Voglio sottolineare che le immagini stesse sono stati grandi; i nostri fotografi di talento e un sogno lavorare con e tutti dovrebbero assumerli. Ogni colpo era tecnicamente bella. L”unico problema è che troppi di loro conteneva il mio grosso, stupido viso.

Studio Noda Fotografia

Le lacrime iniziarono a crescere nei miei occhi. “Cosa c”è di sbagliato?” il mio compagno ha chiesto. Mi si strinse nelle spalle, ma lei continuava a premere, perché lei mi capisce in una profonda e intima, a livello emotivo, che è così fastidioso.

“Non mi piacciono le foto” ho finalmente ammesso. “Non mi piace il mio vestito. Non mi piacciono i miei capelli. Guardo il grasso.”

Lei mi fissò, perplesso. “Ma sei così felice”, ha detto, come se che indica qualcosa di dolorosamente ovvio, il modo in cui si potrebbe raccontare ad un bambino piccolo, di “Batterie non sono per mangiare.” “Eravamo entrambi così felice.” Lei suonava male, come se non gradire le nostre foto di matrimonio ero rifiuto di questi ricordi gioiosi.

Mi piacciono solo le fotografie di me dove sto indossando rossetto, dove i miei capelli sono disposti ad arte; dove la mia testa è inclinata, quindi il mio doppio mento non è visibile; in cui i miei occhi si sono aperti, dove io sto sorridendo, ma non così tanto che ho strabismo; dove il mio corpo è contorta per creare l”illusione ottica di una vita. Ma la vita-avere, con il rossetto, perfettamente pettinati, sorridendo-il-proprio-calibrate-importo Lindsay non è di me — la versione di me che i miei amici e la famiglia, di vedere e di interagire con nel mio giorno per giorno la vita. Quando sto camminando intorno al mio quartiere, io non regolare la mia posizione per fare le mie gambe sembrano più a lungo. Quando insegno una classe, non posso tenere la mia testa l”angolo perfetto per dare i miei capelli più volume. Quando sto cadendo giù ridendo per qualcosa il mio compagno ha detto, io non controllare per assicurarsi che il mio sorriso non è fare le mie guance aspetto gonfio.

Quando siamo pienamente noi stessi e vivere il momento, non ci fermiamo a pensare a come appare nel film. Non ci sentiamo fuori il meglio di illuminazione o di interrompere per regolare il nostro scollature. Noi di danza. Noi ridiamo. Chiudiamo gli occhi perché i nostri sorrisi stanno prendendo troppo dannatamente molto dei nostri volti. Quando si sta cercando di guardare piuttosto per una macchina fotografica, per altre persone, per i nostri gatti — non siamo in grado di sperimentare qualcosa di completamente. Siamo al di fuori di noi stessi alla ricerca, valutando i nostri volti e i corpi per il loro valore estetico. Ci sono alienati da parte i nostri sentimenti, la gioia e il dolore, la stanchezza e l”euforia.

Studio Noda Fotografia

Ora sto cercando di fare un passo indietro, nel mio corpo, nei ricordi queste foto evocano. Il giorno del mio matrimonio, non ho regret frangia; non mi sono preoccupato di fissare il mio trucco, o avessi fatto un “matrimonio di dieta.” Ero circondato da quasi tutte le persone a cui voglio bene in questo mondo, mangiare cibo delizioso e ballare fino a quando i miei piedi mi faceva male. Sembro una cretina, in un abito che non si adatta molto bene. Ma chi se ne frega, sai? Preferisco avere i miei ricordi di ridere e di nascosto un bacio con il mio compagno nel nostro spogliatoio e la danza di “Bad Romance” con mio nonno, il più splendido glamour colpi sempre per grazia di una trave.

Io sono stanco di dire a me stesso che un momento è solo buono come le foto che fai. Non mi piace il modo in cui guardo le mie foto di nozze. Ma il giorno in cui sono state scattate, ero tanto, tanto felice. Ero così felice che la mia faccia era dolorante. Le immagini non sono tutto quello che mi ricordo di quel giorno. Ho il mio partner. Ho il mio nuovo nome — i nostri due nomi combinati per rappresentare la nostra nuova famiglia. Io sono me stesso, la mia vita e l”amore e la felicità che porto con me. Che è quello che mi arriva a mantenere.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento