Ho Mantenuto il Mio Giocattolo del Sesso del Settore Lavoro un Segreto per Anni

Ho lavorato nel giocattolo del sesso del settore per anni, ma fino a poco tempo fa, ho continuato il mio lavoro è un segreto da tutti tranne i miei amici più intimi e familiari.

Io lavoro a We-Vibe, una società che produce coppie di giocattoli del sesso, come account manager. Io gestire la maggior parte dei punti vendita nella zona Occidentale e Meridionale degli Stati Uniti. Mi condurre visite in negozio, ho eseguito corsi di formazione, in più ho anche contribuire a introdurre nuovi prodotti per i nostri partner, e di pubblicizzare e sostenere il marchio. Ho incontrato e conosciuto amici per tutta la vita a fare questo lavoro, e sono incredibilmente orgoglioso. Ma era davvero difficile essere aperti su questo lavoro incredibile in un primo momento.

Sono stato reclutato da un amico che era un ex-collega. Ha lasciato la nostra vecchia società, e circa un anno e mezzo più tardi, lei ha chiamato me per vedere se ero interessato a unirsi a lei in We-Vibe. Mi ricordo di quella conversazione vividamente. Lei mi consiglia di discutere la situazione con mio marito, e assicurarsi che lui e io eravamo entrambi confortevole prima di andare avanti con il processo di intervista. Lei mi ha detto, “Non si cresce e piani di lavoro nell”industria per adulti, ma una volta che ci sei dentro, ti rendi conto che non è diverso da quello di vendita di tappeti o lampade.”

Kim a un evento professionale. Per gentile concessione di Kim Kard

In un primo momento, non avevo alcuna intenzione di andare attraverso con esso. Ho detto, “non C”è assolutamente nessun modo posso stare in piedi davanti a un gruppo di persone e dire la parola “clitoride” senza arrossire.” Ha risposto, “Kim, si può e si!” Ma dopo la nostra conversazione, ho continuato a pensare circa l”opportunità. Ho aspettato fino a quando mio marito è venuto a casa dal lavoro la notte e subito gli chiese: “Come ti sentiresti se ho venduto vibratori?” Senza battere ciglio, ha risposto: “Se la vendita di vibratori ti rende felice, quindi andare per esso.”

Sapendo di poter morire in qualsiasi momento, se io mi sentivo a disagio, ho accettato di intervista per il lavoro. Il gestore assumente mi ha chiesto di andare a visitare un negozio locale, e inviare le mie osservazioni circa la linea di prodotti, e come si confronta con gli altri, simili giocattoli del sesso. È importante notare che dove io vivo nel Midwest; non ci sono molte belle, femmina-friendly giocattolo del sesso boutique. Avevo mai messo piede in un adulto store. Certo, sono stato in negozi che non era “cattivo” sezioni, ma che era. Non avevo mai nemmeno comprato un giocattolo del sesso — il più vicino che aveva ottenuto erano gag doni per le feste di addio al nubilato.

Mi ci sono voluti un paio di giorni, ma finalmente ho trovato il coraggio di andare in un locale per adulti negozio, dove ho scoperto che analizzare il posizionamento del prodotto, come è stato mostrato, e come il negozio dipendenti parlato dei nostri prodotti è facile e naturale per me. Mi ha anche ricordato di un vecchio lavoro che avevo avuto di Victoria”s Secret, dove avevo lavorato dopo il college. In entrambi i luoghi sarei aiutare le donne a sentirsi sexy e potere. VS è molto più mainstream, però, e in realtà non hanno il marchio di infamia che negozi per adulti. Anche così, ho deciso di fornire alle donne con la sensazione è valsa la pena. Una volta mi ha offerto il lavoro, ci sono stato.

Uno di We-Vibe di punta di giocattoli.

Dall”inizio, sono stato del tutto onesto con i miei più stretti amici e familiari circa il mio nuovo concerto. Le uniche persone nel mio intimo cerchio che ho mantenuto il mio lavoro segreta, erano i miei 93-anno-vecchio nonno e i miei nipoti, che ancora non so. Ma a mio core del gruppo, nessun altro sapeva. Ero più spaventato di social media. Mi sono fidato di persone che conosco meglio non giudicare me, ma ho il terrore delle opinioni di vecchie conoscenze (e anche di mio marito, colleghi di lavoro, dal momento che non ho voglia di fare il suo lavoro e la vita spiacevole). Non ho avuto nessun problema, il chiacchierone il mio lavoro quando io ero al lavoro, ma non ero disposto a nudo la verità circa il mio lavoro, la mia più grande cerchio sociale, molti dei quali ho conosciuto fin dalla scuola elementare.

Il mio primo giorno, ho assistito alla più grande fiera di settore spettacolo, dove l”azienda ha un proprio stand. Il mio capo mi ha camminato in giro per farmi vedere le varie linee di prodotto. Dopo aver visto le migliaia di giocattoli sul mercato, ho capito, duh, sulla base di questi numeri, c”è da miriadi di persone che utilizzano questi giocattoli su una base regolare. Questo è normale. La presenza e l”utilizzo di giocattoli è stata una regolare attività senza vergogna collegato ad esso. Il livello di trasparenza e onestà era così rinfrescante, e ho subito voluto essere parte di questa comunità. Ciò che è ironico, però, è che non vedevo l”ora di essere di fronte a questi nuovi colleghi e i clienti mi venne incontro, ma ero ancora in punta di piedi intorno a questi argomenti nella mia vita personale.

Come sono andato nei negozi, e fatto amicizia con i rivenditori e gli educatori di salute sessuale, ho iniziato a voler rimanere in contatto sui social media. Fino a poco tempo fa, la prima domanda che ho dovuto chiedere prima il dare amicizia a loro era “post sul “lavoro” di roba e”?” Quando la risposta era sì, ho deciso di non accettare la richiesta. Non volevo rischiare di eventuali contenuti di natura sessuale a spuntare sul mio account. Mi sentivo come non ho avuto l”energia per combattere qualsiasi snarkiness che era sicuro di pop-up nei commenti da alcune delle persone della mia cerchia sociale.

Se devo essere sincero, ora so che in realtà non vogliono essere giudicati da ciò che faccio per vivere, anche se sono orgoglioso dei prodotti che vendono. L”importante chi doveva sapere, sapeva. Così, non mi è mai piaciuto della mia azienda, Facebook pagina, non mi piace nessuna delle mie rivenditori bel negozio di pagine, non ho seguito la salute sessuale degli educatori che sono assolutamente ammirato e rispettato, e ho allungato la mano a chiunque tagged me in un evento di settore o un premio per il post. Mi sentivo male che ho dovuto negare ciò che è stato una parte importante della mia vita ma non ho avuto altra scelta. E ” stato incredibilmente difficile. Ho fatto questo per più di tre anni.

Mi è stato finalmente ispirato a “venire fuori” dopo la morte di un leader del settore e amico, Larry Ghirlanda. Ha fondato Eldorado Trading Company, distributore di adulti il piacere di prodotti, e ho trascorso un po ” di tempo con lui negli ultimi anni. Morì mentre si stavano partecipando a una fiera, e davvero mi ha colpito duro. Questo era un ragazzo che aveva visto la salute sessuale spazio evolvono icky scuro negozi degli anni “70 a quello che abbiamo oggi, ed è stato uno dei precursori nell”abbracciare questa nuova direzione. Come mi sono seduto a pensare Larry una recente serata, ho capito quanto fosse orgoglioso della sua azienda e di ciò che esso ha rappresentato. Non era vergogna che la sua azienda ha venduto dildo, vibratori, lingerie, e olio lubrificante. Quello è stato il momento in cui ho deciso che stavo per essere sfacciatamente orgoglioso di quello che faccio anche io. Ho cambiato il mio datore di lavoro su Facebook, in modo che ti ha detto la verità, mi è piaciuto il We-Vibe pagina, e poi ho scritto che avevo lavorato per un adulto giocattolo prodotto in azienda negli ultimi tre anni. Mi è stato fatto di nascosto.

Kim Facebook post.

La risposta è stata assolutamente positiva. Un sacco di persone che io non sapevo nemmeno di liquidazione di leggere i miei post, e tutti avevano i più incredibili e i commenti di sostegno. È possibile che alcune persone mi potresti averlo rimosso (non ho ancora controllato), ma immagino che se qualcuno sta andando a che fare, perché io vendo un fantastico coppie giocattolo del sesso e trascorrere le mie giornate appendere fuori in negozi per adulti, quindi forse non dovrei essere amici con loro in ogni caso.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento