Ho Fatto una Carriera di Scrittura Sulla Mia Sexcapades — e Ora sono Incinta

Quando ho Google il mio nome, il primo risultato è un saggio che ho scritto su come ho perso il mio lavoro di insegnante, perché una volta ero una ragazza chiamata. Che tipo di dice tutto, ma davvero, siamo solo all”inizio. Dal momento che la transizione dalla scuola pubblica, l”insegnamento di una carriera come scrittore freelance, il mio impronta è ulteriormente cresciuto. Ho scritto di tutto, dai miei problemi alimentari e di lotta con la malattia mentale per il mio rapporto complicato con la mia mamma. Ho preso altri tipi di incarichi, troppo, che copre le cose come un festival letterario in Sri Lanka e la profilazione di un attivista Siriano che è sopravvissuto detenzione arbitraria. Ma più spesso che no, scrivo saggi personali — e di solito sul sesso.

La gente che discute i pro e i contro del “sharenting”— genitori che condividono le foto e le storie dei loro figli online e mentre lo suppongo io, infine a confrontarsi con questo problema, nel primo trimestre di gravidanza della mia prima gravidanza, è la mia linea impronta sto pensando, e come potrebbe influenzare la piccola cosa che cresce dentro di me che un giorno di essere un bambino.

Cerco di immaginare che un bambino di lettura su alcuni controversi, cose che non ho scritto, come quello che il mio fidanzato barare su di nuovo e di nuovo mi ha insegnato circa la monogamia. Scrivo l”articolo dopo l”articolo difendere il diritto di un individuo di vendere sesso. Ho anche dettagliate mia storia a lavorare come spogliarellista e le lezioni che ho imparato da essa, non meno.

Ma non è come quando ho scritto queste ho anche pensato al mio futuro bambino. Per tutto ciò che scrivo, il mio destinatari sono adulti. Io dico di drammatiche storie di normalizzare stigmatizzando esperienze, si spera in modo che i lettori possono relazionarsi e sentirsi meno soli. Io piatto dettagli privati, perché è ciò che rende una buona scrittura — e sì, queste sono le storie che vendono. Ma come uno scrittore freelance, il mio desiderio di poter un giorno avere un figlio non è mai scomposto nelle mie scelte professionali. Perché iniziare ora?

Beh, la risposta più ovvia è perché le informazioni non condivido, tra cui le mie opinioni, potesse in qualche modo mettere i miei figli in pericolo. Scrittori — in particolare le donne scrittori — esperienza online e la vita reale abusi, quindi è una preoccupazione legittima. Anche se raramente sono un bersaglio per i troll, faccio la occasionale Facebook una richiesta di amicizia da un “collezionista” — che è il mio nome che il ragazzo con il nulla, ma attraente, o anche donne vestite come “amici”. E sì, io sono stato il destinatario di un cazzo pic (qualcosa ho scritto su). Mi vengono i brividi a pensare gli uomini che assumono particolare interesse in me a causa della mia scrittura un particolare interesse nei confronti del mio ragazzo.

Quindi cosa devo fare? Non voglio che I miei bambini esposti all”adulto materia prima sono psicologicamente o emotivamente pronto. Io dico che faranno leggere la mia scrittura quando si sentono inclini a farlo — o mai. Come nessuno nella mia vita, la scelta spetta a loro. Se leggi il mio lavoro, spero di non confondere la “normalizzazione” per rendere glamour. Ma in ciò risiede l”occasione per un colloquio informativo: dirò loro non c”è niente di glamour circa la datazione di un tossicodipendente o di ottenere imbarazzante ubriaco.

Quando si tratta di sesso il mio lavoro passato, avremo di che parlare non appena il mio bambino è abbastanza vecchio. Lo dirò anche a lui o a lei quello che io dico sempre che non mi vergogno del mio passato, ma non sono necessariamente orgogliosi. Immagino che succederà come parte di una più ampia conversazione sul sesso. A casa mia crescita, il sesso era un segreto, cosa vergognosa, e non ho intenzione di ripetere questo. Invece, mio marito ed io vogliamo dare ai nostri figli un accurato informazioni, insieme con i nostri valori familiari, per aiutarli a prendere decisioni sagge sulla sessualità. Alcune persone possono pensare che parlare ai bambini di che li incoraggia a fare sesso prima, ma questo è falso: gli esperti dicono che quando i genitori parlano con i loro figli sulla sessualità, sono più propensi a ritardare il rapporto sessuale e di uso dei mezzi di protezione.

Non mi vergogno del mio passato, ma non sono necessariamente orgogliosi.

È più facile che mai per i bambini di oggi a scoprire i loro genitori, la vita privata— e direi che è una buona cosa. Spero che il mio futuro bambino riconosce come ho trasformato, non solo come risultato della mia esperienza, ma scrivere e condividere la mia storia. Voglio incoraggiare l”onestà e di dire la verità, e condividere la mia fede con loro che nulla è così imbarazzante o “off limits” che non può essere detto ad alta voce. Buona genitorialità significa avere conversazioni difficili conversazioni che immagino ci porterà più vicino insieme come una famiglia. Avendo fatto una carriera di dire la verità, mi sento preparato.

Naturalmente, se leggere o non leggere, so che la mia scrittura possono influenzare. La mia paura più grande è che i miei figli potranno essere presi in giro, stigmatizzato, o ancora discriminate a causa della loro madre di essere uno scrittore che ha raccontato il suo passato — un passato che alcuni potrebbero chiamare sordido. Mi rende triste e arrabbiato di immaginare la mia un giorno il figlio o la figlia di dover rispondere all”inevitabile bullo del parco giochi di chiamare il suo o la sua mamma una “puttana.” Se ciò accade, mi piacerebbe incoraggiare mio figlio a difendersi, così come ho dovuto difendersi da inesatte e gli attacchi infiammatori.

È sciocco e alcuni potrebbero anche dire sessista aspettarsi le donne scrittrici per condurre la loro carriera in modo diverso solo perché potrebbe un giorno voglio avere dei figli. Detto questo, ho sicuramente cresciuta più inibito e attenti, come ho ottenuto più vecchio. Quando c”ero solo io, ho potuto dire niente, conseguenze sia dannato. Ma dal momento che mi sono sposato, mi sono reso conto che mio marito ha una partecipazione anche in questo, e quindi sono rispettoso della sua sensibilità. Voglio impostare un buon esempio e dare ai miei figli gli strumenti per gestire la propria privacy quando diventano adulti. Voglio insegnare loro a essere rispettoso nei confronti degli altri, e dell”onore, di amici e famiglia confidenze. Più di tutto, voglio che sappiano che possono parlare per me, senza le loro storie di diventare il mio prossimo articolo. Quando si tratta di scrivere su i miei figli, ho sicuramente intenzione di pensare più attentamente il mio bambino presenza online che ho la mia. Mio marito e ho avuto accese discussioni circa il mio diritto di raccontare le sue storie, ma storie del nostro bambino? È una conversazione che deve accadere. Forse non all”inizio della mia gravidanza, ma presto.

Riconosco che ci sono cose che i bambini non vogliono conoscere i loro genitori. Ancora, per me, i vantaggi della condivisione hanno sempre superato i negativi. E scrivere è la mia carriera. Un giorno, presto, di essere una mamma sarà il mio secondo lavoro. Piuttosto che essere un problema, direi che i due vanno mano nella mano.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento