Full Disclosure

“Devi essere effing scherzando!” Meg ha detto. “Dammi il tuo telefono.”

Meg e io eravamo al bar dietro l’angolo dalla stazione. Dopo aver lottato con che cosa fare in merito Al colpire su Natalie, mi piacerebbe infine invitato la sua per il pranzo (beh, il mio pranzo e la sua fine della giornata lavorativa) e venuto pulito.

Mi porse il telefono, senza chiedersi il perché lei voleva. Guardò attraverso la mia rubrica, composto e messo il telefono contro l’orecchio.

“Jenna? È K. amico di Meg. Dimmi tutto.”

Meg annuì, mentre lei ascoltava, di tanto in tanto pizzicare la pelle tra i suoi occhi e dicendo: “uh huh.”

“Grazie, Jenna”, ha detto infine, che suona come tutta l’energia era stata svuotata del suo. Ha riattaccato senza salutare.

“Stai bene?” Ho chiesto.

“Stranamente, io sono. Voglio dire, non è come le cose sono andate a gonfie vele da quando siamo tornati insieme. E Al, ovviamente, pensa che lui ha licenza libera di fare quello che vuole, perché ho sbagliato in passato. Non sta andando a lavorare. È il momento di smettere di cercare. Se ha colpito su Natalie, è lui colpire su altre ragazze, e probabilmente è successo.”

“Non so Meg”, cominciai. “A giudicare dalla sua linea di pick-up su Natalie, lui non suona come lui ha molto gioco.”

Meg si mise a ridere. “True dat. Pensare Mel mi permette di mantenere il mio lavoro?”

“Probabilmente. Sarà strano lavorare con Tex?”

“Sì, ma meno strano, ora che non ho intenzione di essere preoccupato Al stupidi sentimenti. Sai non ho parlato di Tex una volta da quando è tornata?”

“Mi è stato sorta di evitare lui,” ho ammesso.

“Non farlo,” ha detto Meg. “Non lasciare che quello che è successo tra me e lui influenzare la vostra amicizia in qualche modo. Egli non è un cattivo ragazzo, K. Lui è un gigante dolore nel culo, certo, ma non era solo colpevole tanto quanto lui. Aveva i suoi motivi, troppo, e sono molto più complicato di quanto si pensi.”

Dopo il lavoro, sono tornato a casa in una casa vuota. Il lavandino era pieno di piatti, come al solito, così ho deciso di ordinare del cibo Indiano dal mio ristorante preferito, dietro l’angolo. Mentre aspettavo, mi sono diretto al piano seminterrato di perdita di carico di lavaggio. Bene, indovinate chi era piegato la biancheria quando sono entrato? Prossimo Ragazzo!

“Sai,” disse, “stavo solo pensando a te.”

“Ah sì?” Ho chiesto, nascondendo un paio di biancheria intima di quel periodo all’interno di un maglione prima di buttarlo nel lavaggio.

“Sì, sì, sì. Il vostro partito. Che cosa devo portare?”

“Hm, bevande e snack sono sempre bene”, ho suggerito.

“Allora bevande e snack è,” disse, sorridendo.

Abbiamo iniziato a chiacchierare, e poi ho realizzato il mio cibo era intenzione di arrivare in qualsiasi secondo.

“Oh sparare!” Ho detto. “Ho ordinato il cibo. Devo andare. Ci vediamo sabato?”

“Se non ti vedo”, ha detto, e strizzò l’occhio.

Dio, lui è adorabile. Non posso aspettare fino a sabato. Anche se l’appartamento è ancora un disastro completo.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento