Cosa Fare Quando Si trova Qualcuno che ha il Sesso

Leggi di Chloe precedente post qui.

“Fu Paulo.”

La bomba non è venuto da me, è venuto da Dante, che mormorò le parole, la sua voce scura. La mia testa scattò verso di lui, i miei occhi ampliamento, di qualsiasi dibattito interiore oltre versare i fagioli sul Nicole amante chiuso. C”è stato un momento di adolescente, di delusione, di Clarke, l”attenzione si è spostata da me e azzeramento in su Dante.

Sono davvero scioccato egli parlò. Parlare di mettere il suo lavoro a rischio. Nicole avrebbe mai fidarsi di lui dopo questo, lei aveva la pistola per lui senza ritegno.

“Paulo?” Clarke sembrava sorpreso e quasi si mise a ridere. Dante, che sembra avere le palle d”acciaio, in realtà ha fatto.

“Questo avrebbe potuto essere una sorpresa.” Dante alzò in piedi e di fronte a lui. “Come spesso è stato lui a casa tua? La sua sempre questo ruolo?”

Clarke tornò al suo posto, la sua testa appoggiata contro il muro. Sembrava battuto. Perso. Confuso. Ho guardato la sua fronte pizzicato e mi chiedevo se avevo cercato di simile.

Il mio autista si fermò, la mia mano oscillare e bacia la fronte dash. “Facile”, mormorai, guardando verso di lui. “Io non sono che molto di fretta.”

“Mi Dispiace, Chloe.” Ha raggiunto per la sua maniglia e ho salutato lui, aprendo la mia porta e uscire, guardando Vic s townhouse. Ero in ritardo per la classe, ma aveva lasciato la mia carta seduto su Vic e stampante, un errore stupido. Grazie a dio avevo capito che prima avevo ottenuto di classe, la mia mano frenetica attraverso la mia borsa prima abbiamo avuto anche cinque isolati di distanza. Naturalmente, a cinque isolati di mattina significava 15 minuti, ed ero quasi frenetica con il tempo ci si è tirato indietro.

“Cinque minuti”, gli ho promesso, oscillare la porta chiusa, sperando che piacerebbe restare. Feci un cenno al codice della porta, messo il codice per le scale e salì le scale, non si è pronti ad aspettare l”ascensore, il mio respiro logora da tempo ho inserito il codice di servizio e spinse la porta, praticamente caduta in cucina, e che è stato quando mi trovai faccia a faccia con loro.

Le sue dita afferrò al piano di lavoro in marmo, le unghie dipinte di nero. I suoi occhi erano chiusi, la testa inclinata all”indietro, con un sorriso sul suo viso. La sua testa era stata giù, fissando il suo culo, le sue mani sulla sua vita, i loro corpi in movimento in concerto come ha scopato la sua su tutta l”isola. C”era una ritmica fare clic su e mi ci è voluto un minuto per rendersi conto che era la sua cintura, battendosi contro il pavimento, in sintonia con i suoi colpi.

Quando ho urlato, lei aprì gli occhi, la sua testa scattò, il suono si fermò, e per un attimo, la cucina era ancora.

Mi chiedo se mi sembrava di Clarke. Battuto. Sconfitti. Un guscio vuoto di una persona che si sentiva uno sciocco.

Ma so che non ho. In cucina, la mia relazione sitter, camere di distanza, innocentemente in attesa, ero furioso. Sono una donna distrutta.

Ma poi di nuovo, mi era stato colto di sorpresa. Clarke, è stato seduto, in attesa della ghigliottina a cadere, in attesa di scoprire chi è il boia.

Adami

Adami ha scritto 1052 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento